In accordo con quanto recita il sottotitolo (chi non l’avesse letto lo faccia ora) l’eclettismo è connaturato a questo sito/blog. Sicchè nessuno si scandalizzi se oso parlar di calcio (è una delle mie sane passioni) ed oltretutto non del calcio “stellare” (stellare?)della serie a o della championsleague SpA. Parlo dell’allenatore del Brindisi, la squadra della mia città, tale Massimo Silva da Pinarolo Po. Non proprio un carneade (nel suo palmares una stagione accanto a Rivera nel Milan e tanta serie A e B a ottimi livelli)ma un uomo mite ed umile che nonostante queste virtù -o forse, ahimè, proprio per esse- i miei concittadini continuano ad attaccare con piglio degno di miglior causa. Basta ora con questa premessa ed ecco il mio SINCERO omaggio a Mister Silva:

silva.jpg

Ci ha portato in serie C , riuscendo -in modo eccezionale:sfido chiunque a ricordare una stagione così trionfale e bella come la cavalcata del 2008/2009- dove molti altri avevano fallito clamorosamente (pur avendo a disposizione ottime e costose rose). Molto del merito della promozione , NON MI STANCHERO’ MAI DI DIRLO,  è suo: lui ha individuato subito l’undici titolare -e non era facile- ed ha avuto il coraggio e la costanza di crederci. Ed i giocatori, sereni e leggeri psicologicamente PERCHE’ LIBERI DALLA FRENESIA CHE CERTI ALLENATORI “MODERNI” portano nelle squadre, lo hanno ripagato alla grande. Quest’anno ha avuto il compito – TUTTALTRO CHE SEMPLICE- di gestire una rosa molto ampia (anzi, decisamente TROPPO ampia)ed “eterogenea” con elementi che – LO HA DETTO IL CAMPO!!!- non avevano minimamente a cuore il Brindisi ma solo la propria smodata ambizione o addirittura il portafogli. E pur “vedendo tutto ciò (Massimo Silva non è stupido, anzi: conosce il calcio come pochi.Ed anche i calciatori….) non si è minimamente lamentato. Ha tenuto duro. Come dice spesso lui “è un uomo di calcio” e gli piace lavorare sul campo. Le chiacchere e gli intrighi li lascia volentieri agli altri (anche a quelli che non hanno nessun titolo o competenza per farlo). Ha subito un clamoroso “ammutinamento” (fra castellammare e la capitale) di alcuni vili che pensavano di farlo fuori -mettendogli contro la STOLTA  “piazza” che sembrava non attendere altro. Risultato? Una penosa figuraggia rimediata SUL CAMPO ed una umiliazione per il Brindisi ed i Brindisini (in campo c’erano loro e non Massimo Silva). Il Presidente è stato bravo ed intelligente a capire il tutto: il “boomerang” è ritornato a colpire loro, alcuni dei quali son spariti da Brindisi(e meno male!)ed ora stan facendo le loro mediocri figure altrove. Il gruppo si è rinsaldato (merito di Silva e di quei giocatori SANI e attaccati alla maglia)ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti. I soliti cretini han poi tentato un altro pazzesco attacco (dopo una gara dominata per novanta minuti fuori casa)accecati come sono dai loro pregiudizi intrisi anche di odio e violenza. Mister Massimo Silva non cova vendette: lui è un Signore. E sta persino dando spazio ad alcuni “ammutinati” che, meglio per loro, son rinsaviti. E si gode il quinto posto(almeno per ora), un attacco prolifico ed una difesa fortissima, la FIDUCIA DELLA SOCIETA (che è grata a Silva anche per aver scoperto, creduto e lanciato alcuni forti giovani), dei calciatori e dei tifosi brindisini , quelli sani, liberi ed intelliggenti.
Grazie Mister Silva, grazie di cuore.
cosimo de matteis

MESSAGGIO DEL 25 GENNAIO 2010

 “Cari figli,
questo tempo sia
per voi
il tempo della preghiera personale
affinchè nei vostri cuori
cresca il seme della fede
e che cresca nella gioiosa testimonianza agli altri.
Io sono con voi
e vi voglio esortare tutti:
crescete e rallegratevi nel Signore
che vi ha creati.
Grazie
per aver risposto alla mia chiamata.”

http://piangerestedigioia.splinder.com/

 

2357 L’omosessualità designa le relazioni tra uomini o donne che provano un’attrattiva sessuale, esclusiva o predominante, verso persone del medesimo sesso. Si manifesta in forme molto varie lungo i secoli e nelle differenti culture. La sua genesi psichica rimane in gran parte inspiegabile. Appoggiandosi sulla Sacra Scrittura, che presenta le relazioni omosessuali come gravi depravazioni, [Cf Gen 19,1-29; Rm 1,24-27; 2357 1Cor 6,10; 1Tm 1,10 ] la Tradizione ha sempre dichiarato che “gli atti di omosessualità sono intrinsecamente disordinati” [Congregazione per la Dottrina della Fede, Dich. Persona humana, 8]. Sono contrari alla legge naturale. Precludono all’atto sessuale il dono della vita. Non sono il frutto di una vera complementarità affettiva e sessuale. In nessun caso possono essere approvati.

 

2358 Un numero non trascurabile di uomini e di donne presenta tendenze omosessuali profondamente radicate. Questa inclinazione, oggettivamente disordinata, costituisce per la maggior parte di loro una prova. Perciò devono essere accolti con rispetto, compassione, delicatezza. A loro riguardo si eviterà ogni marchio di ingiusta discriminazione. Tali persone sono chiamate a realizzare la volontà di Dio nella loro vita, e, se sono cristiane, a unire al sacrificio della croce del Signore le difficoltà che possono incontrare in conseguenza della loro condizione.

 

2359 Le persone omosessuali sono chiamate alla castità. Attraverso le virtù della padronanza di sé, educatrici della libertà interiore, mediante il sostegno, talvolta, di un’amicizia disinteressata, con la preghiera e la grazia sacramentale, possono e devono, gradatamente e risolutamente, avvicinarsi alla perfezione cristiana.

 

PADRE PIO.jpgNon vi è momento più felice di quello in cui senti il perdono di Dio scendere sulla tua anima, come un balsamo che cura le ferite e le rimargina.

Ti senti leggero e hai la sensazione che il cielo si spalanchi sopra il tuo capo.

Hai la possibilità di ricominciare la vita di nuovo. È davvero un miracolo.

Non si vive di sola politica, anzi. Si cercherà, nei limiti del possibile, di evitare questo tema. Ma come rimanere non sorpresi quando l’abortista ed anti-cattolico pannella “lancia” in puglia la candidatura della fascista adriana poli bortone dicendo(pochi minuti fà dalla sua radio,pagata con soldi pubblici) che è la donna giusta. I tre adulteri, assetati di potere, e grondanti livore contro il primo ministro e sentendo che la morte(non solo politica) si avvicina stanno giocando a scompaginare l’esile equilibrio politico del Paese. E ci stanno riuscendo. Spero che codesti apprendisti stregoni nonchè notoriamente sporcaccioni restino trombati alla grande e muoiano(politicamente)gregari. Ma sopratutto spero che l’Italia non resti danneggiata dalle loro miserie.

“Ecco perche’ circolano anche altri nomi, tra cui quelli di Enrico Letta e Ignazio Marino che potrebbero essere piu’ graditi all’Udc.” Cosi l’ansa (http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/politica/2010/01/06/visualizza_new.html_1651756322.html ) che commenta la candidatura della pannelliana bonino, assieme al piddì e forse l’uddicì, alla PRESIDENZA della regione lazio.

Passi per Enrico Letta (che ogni buon cattolico si chiede perchè mai si ostina a militare coi comunisti) ma perchè mai l’uddiccì dovrebbe gradire ignazio marino a emma bonino? Fatti LORO, per carità (son distante dall’udc quanto brindisi dalla papuasia): ma si rendono conto che marino è quanto di peggio -sul piano della OBBEDIENZA alla  Dottrina sociale della Chiesa- possa esserci in giro?

Lui si dice cattolico (e se per questo lo dicono pure rosaria binda, livia turca e pure quello di montevaglio-o monteveglio:insomma lui, il padre di tutti i cattocomunisti- si definiva tale) ma tutti rammentano il suo(di ignazio marino) mantra “fatela morire, fatela morire, fatela morire” quasi ogni sera in tv mentre Eluana stava per essere uccisa.