Buongiorno carissimi amici,
oggi, 25 marzo, grande Solennità della ANNUNCIAZIONE.
“E il verbo si fece carne”!!!

In questa bella festa abbiamo questo bel regalo da S. E. Mons. Rino Fisichella(Presidente della PONTIFICIA ACCADEMIA PER LA VITA e Rettore della Università Lateranense:

http://rassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=rassegna&currentArticle=QO15W

Avrei tanto piacere a sentire i vostri commenti!

Ancora buona e santa giornata.

mons. Chenis.jpg
Segnalo uno splendido video a questo indirizzo:
http://www.facebook.com/video/video.php?v=1398305558485&oid=249488428922

(spero di riuscire in qualche modo  a pubblicarlo nel sito, ma per  ora vi invito a vederlo a questo link).

Invito tutti a guardare questo video.
In particolare chi, come me, non ha avuto il dono di conoscere di persona mons. Carlo Chenis.
Oltre alle immagini dei fedeli che rendono l’estremo saluto al loro Pastore vi sono spezzoni della Ordinazione Sacerdotale di don Leopoldo, avvenuta a metà febbraio, un mese prima della sua santa morte.

Si, mons. Carlo Chenis è in Cielo, nella Gloria.

don carlo.jpg
Il rito funebre si terrà martedì 23 marzo,  alle ore 15,30, nel porto storico di Civitavecchia (fontana del Vanvitelli) e sarà presieduto da Sua Em.za Rev.ma il Signor Cardinale Tarcisio Bertone, Segretario di Stato di Sua Santità.
   Comunicazione dell’Ufficio Liturgico della Diocesi di Civitavecchia – Tarquinia
L’Ufficio Liturgico Diocesano, per la solenne S. Messa esequiale in suffragio del compianto Vescovo Mons. Carlo Chenis, rende noto quanto segue:
 
1)      la S. Messa  si celebrerà nel porto storico di Civitavecchia (Fontana del Vanvitelli), alle ore 15,30.
2)      Gli Em.mi Signori Cardinali, gli Ecc.mi Arcivescovi e Vescovi, indosseranno i paramenti liturgici nella Sacrestia della Cattedrale e potranno far sostare le proprie autovetture nella Piazza antistante la medesima (Piazza Vittorio Emanuele).
3)      I Rev.di Sacerdoti, portando con sé camice e stola violacea, indosseranno i paramenti liturgici nella sala “Giovanni Paolo II” accedendo alle ore 14,30 da Via Guglielmotti 12. Queste disposizioni valgono anche per tutti i Diaconi.
4)      Il corteo funebre partirà dalla Cattedrale alla volta del Porto alle ore 15,30.
5)      Al termine della Celebrazione Eucaristica, tutti i Sacri Ministri faranno ritorno processionalmente in Cattedrale.
6)     La bara dell’Ecc.mo Mons. Carlo Chenis, al termine della Celebrazione Eucaristica, partirà per Tarquinia, dove sarà accolta nella Piazza antistante il Palazzo Comunale, per un saluto e una preghiera da parte della cittadinanza.Successivamente, la salma verrà portata ad Allumiere, dove, per volontà testamentaria dello stesso Mons. Chenis, sarà tumulata, prima nella tomba dei Sacerdoti e, appena possibile, nel Santuario Diocesano della Madonna delle Grazie.
7)      Nel pomeriggio di martedì 23 marzo in tutta la Diocesi le SS. Messe vespertine saranno sospese.
     
 

 
salma di mons. + Carlo Chenis.jpg

“Cari figli,
oggi vi invito ad amare
con tutto il vostro cuore
e
con tutta la vostra anima. Pregate
per il dono dell’amore
perché quando l’anima ama, chiama a sé mio Figlio.
Mio Figlio non rifiuta quelli che lo chiamano e vogliono vivere a sua immagine.
Pregate
per quelli che
non capiscono l’amore,
che non capiscono
cosa vuol dire 
amare.
Pregate che Dio diventi Padre per loro, e non il loro giudice. Figli miei,
siate i miei apostoli,
siate il mio fiume dell’amore.

Ho bisogno di voi.
Vi ringrazio”.
 
MEDJUGORJE E NEVE(ANNETTA).jpg

Il caso di Re Maya

mostra come l’orrore degli abusi sia esteso

 

“C’è una nuova generazione di ‘sette’ pericolose”, dice Introvigne

TORINO, martedì, 16 marzo 2010 (ZENIT.org).- L’arresto a Roma del fondatore di “Re Maya” Omar Danilo Speranza per abuso sessuale di bimbe di 10-12 anni e truffa aggravata dimostra come l’orrore degli abusi sia esteso, riconosce il sociologo torinese Massimo Introvigne, Direttore del CESNUR (Centro studi sulle nuove religioni) 

Intervenendo a margine di un convegno a Torino, dove ha presentato il suo nuovo libro I satanisti. Storia, riti e miti del satanismo (Sugarco), Introvigne ha spiegato che “gruppi come Re Maya rappresentano una seconda generazione di nuovi movimenti religiosi, quelli che con espressione meno tecnica sono spesso chiamati ‘sette’”.

“Le ‘sette’ di prima generazione mantenevano molte caratteristiche sociali delle religioni tradizionali: avevano una struttura e dottrine precise e conservavano riferimenti a universi simbolici e religiosi tratti o dal cristianesimo o dalle religioni orientali”.

“Nella seconda generazione di ‘sette’, di cui Re Maya è un esempio, tutto questo è sparito, sostituito dai soli rapporti personali con il capo e da vaghi sincretismi dove l’emozione sostituisce la dottrina. Non tutti i gruppi di seconda generazione sono criminali ma i rischi di derive pericolose si moltiplicano”.

“La tolleranza di cui personaggi come Speranza, da anni chiacchierato – ha continuato Introvigne –, sono riusciti a beneficiare nasce dal relativismo, tanto spesso denunciato da Benedetto XVI, per cui tutte le religioni sono uguali e non ci sono criteri che permettano di dire che un’esperienza che si presenta come religiosa è autentica e positiva mentre un’altra è falsa e dannosa”.

Infine il sociologo torinese ha osservato che “il caso Re Maya mette l’opinione pubblica italiana di fronte a un dato noto agli specialisti ma forse non al grande pubblico: il rischio di abusi sessuali non è più forte nella Chiesa Cattolica che altrove”.

“Al contrario, come dimostrano gli studi di Philip Jenkins, questi abusi nelle organizzazioni religiose diverse dalla Chiesa Cattolica sono da due a dieci volte più frequenti a seconda del tipo di organizzazioni – ha continuato – . E c’è una ragione sociologica per questo: per quanto i controlli nella Chiesa Cattolica non abbiano sempre funzionato, almeno dei sistemi di controllo esistono, mentre non è così per una miriade di gruppi e gruppuscoli”.

 

 

La Associazione

“DUE MINUTI PER LA VITA”

offre delle utilissime (a mio parere) indicazioni in vista delle elezioni regionali in programma il 28 e 29 marzo.

Nel fornirvi anche il link della medesima Associazione

www.dueminutiperlavita.info

riporto anche il testo integrale di dette indicazioni unitamente ad un invito alla preghiera

 

1. in merito alle prossime consultazioni elettorali del 28-29 marzo, Vi esortiamo a votare e a consigliare di votare solo per quei partiti i cui programmi e candidati risultino – per chi osservi in buona fede e sia dotato di retta ragione – maggiormente in linea con i principi contenuti nel costante insegnamento della Dottrina Sociale della Chiesa, soprattutto alla luce di quelli che Benedetto XVI nel Discorso del 30 marzo 2006 ai partecipanti al Convegno promosso dal Partito Popolare Europeo segnalò come «principi che non sono negoziabili, fra i quali emergono particolarmente:

tutela della vita in tutte le sue fasi, dal primo momento del concepimento fino alla morte naturale;

riconoscimento e promozione della struttura naturale della famiglia, quale unione fra un uomo e una donna basata sul matrimonio, e sua difesa dai tentativi di renderla giuridicamente equivalente a forme radicalmente diverse di unione che, in realtà, la danneggiano e contribuiscono alla sua destabilizzazione, oscurando il suo carattere particolare e il suo insostituibile ruolo sociale;

tutela del diritto dei genitori di educare i propri figli».

 

Proprio nell’ottica di discernimento culturale e politico proponiamo all’attenzione e meditazione di tutti gli elettori (con sottolineature ed evidenziature redazionali):

– la Nota Dottrinale su alcune questioni riguardanti l’impegno ed il comportamento dei cattolici nella vita politica, (emanata dalla Congregazione per la Dottrina della Fede il 24 novembre 2002, quando ne era Prefetto il Card. Joseph Ratzinger);

– il Comunicato dei Vescovi dell’Emilia-Romagna in vista delle Elezioni Regionali, del 22 febbraio 2010.

 

Vi invitiamo a leggere e diffondere questi importantissimi documenti, nella duplice consapevolezza che «la ragione sta dalla parte di quei cittadini che ritengono del tutto falsa la tesi relativista secondo la quale non esiste una norma morale, radicata nella natura stessa dell’essere umano, al cui giudizio si deve sottoporre ogni concezione dell’uomo, del bene comune e dello Stato» (Nota dottrinale, n. 2) e che «[…] la coscienza cristiana rettamente formata non permette di favorire col proprio voto l’attuazione di un programma politico o la promulgazione di leggi che non siano coerenti coi valori sopraddetti [cioè i valori non negoziabili, ndr], esprimendo questi le fondamentali esigenze della dignità umana». (Comunicato dei Vescovi dell’Emilia-Romagna, n. 3).

 

L’Associazione Due minuti per la vita condivide con convinzione la scelta di Alleanza Cattolica di sostenere l’On. Roberto Cota come candidato alla Presidenza della Regione Piemonte.

avviso.jpg

 

 INVITO ALLA PREGHIERA

Con l’occasione Vi chiediamo anche di voler partecipare ad una Novena straordinaria che faremo per le elezioni (dal 19 al 27 marzo): è urgente ricorrere al potente mezzo della preghiera perché lo Spirito Santo illumini la mente degli italiani e la Vergine Madre ne guidi la mano al momento in cui – di fronte al giudizio della propria coscienza e di Dio – esprimeranno il proprio voto!

 

Attraverso la preghiera è possibile, infatti, auspicare che nei Consigli Regionali delle 13 Regioni italiane interessate dal voto giunga qualche rappresentante politico degno delle profonde radici cattoliche del nostro amato Paese, qualche candidato che davvero difenda i valori «non negoziabili»!

 

Con chi potrà e vorrà unirsi a noi reciteremo in comunione spirituale  una corona del Santo Rosario, ogni giorno della novena, dal 19 al 27 marzo prossimi, alle ore 19. Come al solito chiediamo a coloro che non possono recitare una corona interamente di unirsi nella preghiera per almeno una decina.

Cari Amici,
vorrei  ricordare
-ANCHE SE MOLTI DI VOI LO SANNO BENE-
che Radio Maria ha un suo sito internet.

Personalmente l’uso principale che ne faccio
è il RI-ASCOLTO del “commento alla stampa del giorno”
(ossia la lettura dei giornali che ogni giorno Padre Livio fà alle 8.45)
quando me lo sono perso o quando voglio semplicemente riascoltarlo
(e “scaricarlo”, ossia registrare il file audio).

Naturalmente vi sono anche altri file
(sia nella sezione “Archivio” che in Home Page)
molto interessanti.

Ricordo, inoltre, che dal sito è possibile ascoltare direttamente la radio.
E , ovviamente, vi è l’elenco completo dei programmi.
E mille cose ancora.

L’indirizzo del sito?
Eccolo quà:

http://www.radiomaria.it/

UN “CLIC” e siete “dentro” Radio Maria.

Un saluto a tutti voi.

MERCOLEDI’ 10 MARZO dovrò subire un piccolo intervento chirurgico (l’asportazione di due fistole dagli orecchi). Mi affido alla Vergine Santa e chiedo cordialmente un piccolo ricordo nella preghiera, per me e per chi (personale medico e paramedico)effettuerà l’intervento.Grazie