Cari figli, con grande gioia
anche oggi desidero nuovamente invitarvi:
pregate, pregate, pregate.
Questo tempo sia per voi tempo per la preghiera personale.
Durante la giornata trovate un luogo dove, nel raccoglimento, possiate pregare con gioia.
Io vi amo e vi benedico tutti.
Grazie per aver risposto alla mia chiamata. 

AVE!.jpg

ciotti.jpgBEFANE.jpgle persone divorziate e risposate o divorziate e conviventi sono in PECCATO MORTALE e non in Grazia di Dio.

zanotelli 2.jpg

 

Attenzione: NON tutte le persone divorziate, ma solo quelle persone che non tengono fede alla solenne promessa fatta di fronte a Dio(di fedeltà al coniuge ed al Sacramento) e vivono situazioni STABILI  di concubinaggio e di adulterio.

è DOVERE di ogni cristiano il RICORDARE queste cose a chi le ha dimenticate (o fa finta di farlo) oppure di insegnarlo a quelle persone che in buona fede(e MAGARI MAL CONSIGLIATE….)credono di non essere in stato permanente di P E C C A T O. E’ nostro dovere dirle CHIARAMENTE queste cose perchè c’è molta confusione e CHI DOVREBBE FARE CHIAREZZA (è ovvio a chi mi riferisco) in realtà aumenta la confusione o, PEGGIO, da un “lasciapassare”.

E chi da questa finta “assoluzione” SBAGLIA . E sbaglia anche chi, superbamente, si AUTO-ASSOLVE.
Ma soprattutto SBAGLIANO quei Sacerdoti che, INVECE DI DIRE CHIARAMENTE LA DOTTRINA DELLA CHIESA, dicono ai fedeli le loro stolte e deviate OPINIONI PERSONALI.no comment.jpg

 

 

Quando ebbi notizia che il regista di film pornografici Tinto Brass era in fin di vita mi misi a pregare per lui (lo faccio per ogni moribondo o agonizzante)e anzi decisi di “creare” un gruppo su facebook con tale scopo: invitare a pregare per il regista Tinto Brass ( Tinto Brass è in fin di vita: PREGHIAMO PER LUI! ,questo il nome del gruppo e questo il link: http://www.facebook.com/group.php?gid=91846598755&ref=search ). Se ho fatto questo per lui -e continuo a sperare in una sua conversione- figuriamoci se non è mio dovere (di cristiano e di blogger) di comunicare il peggioramento delle condizioni di salute dell’ottantaduenne  ex Capo dello Stato e di invitare ad alzare preghiere al Cielo. Il 26 di luglio, infatti, Francesco Cossiga aveva cominciato ad avere problemi respiratori: una cosa tutto sommato abbastanza normale per una persona di quella età e con la afosa canicola estiva. Nella giornata di oggi, tuttavia, le condizioni di salute del senatore a vita avrebbero indotto ad un ricovero d’urgenza: attorno alle 13 è giunto al Policlinico Gemelli e, inizialmente, era stato sottoposto ad  accertamenti e aveva risposto bene alle cure prestate dai medici del reparto di emergenza dell’ospedale romano che lo avevano assistito. Nel pomeriggio l’aggravamento ed il trasferimento nel Reparto di Rianimazione. Il politico sassarese, che proprio pochi giorni fà aveva festeggiato il suo compleanno, non ha tratto giovamento dalle terapie intensive. Al capezzale son giunti familiari ed anche Monsignor Vincenzo Paglia.  Personalmente in questi momenti terribili non posso non pensare alla sua anima: tutti dobbiam presentarci di fronte a Dio con il nostro fardello di peccati e miserie. I politici diccì che han avuto maggiori responsabilità nel partito e nel governo, in più, dovran rendere conto di due Leggi dello Stato terribili: ABORTO E DIVORZIO che hanno falcidiato il nostro Paese. E’ brutto ripeterlo in questi momenti ma coerenza vuole che lo si dica: un politico cattolico MAI avrebbe dovuto porre la propria firma a certi provvedimenti legislativi, anche a costo di dimettersi. Cossiga-come Andreotti e molti altri- non lo fecero. Non è un giudizio storico: io parlo della salvezza dell’anima. E dunque mentre elevo preghiere per Francesco Cossiga e la sua anima -ed invito i miei lettori a dire almeno una Ave Maria per lui- spero fortemente che in cuor suo si sia ben preparato all’incontro col Signore. San Giuseppe, padre putativo di Gesù Cristo e vero Sposo di Maria Vergine, pregate per noi e per gli agonizzanti di questo giorno e di questa notte.Francesco Cossiga.jpg

cosimo de matteis

 

Riporto due notizie (prese dall’Ansa) senza commentarle

-il commento, se volete, fàtelo voi-

con la speranza che si rifletta sulle storture della odierna

“civiltà” moderna:

Bimbo azzannato da rottweiler: sempre in condizioni critiche

E’ ricoverato in Rianimazione negli ospedali Riuniti di Foggia

(ANSA) – FOGGIA, 8 AGO – Sono ancora gravi le condizioni di Pasquale Pio Meola, il bambino di due anni aggredito due giorni fa da una femmina di Rottweiler.

Era nel podere del nonno, alla periferia di Foggia. I medici degli Ospedali riuniti del capoluogo, dove è ricoverato, si limitano ad affermare che le condizioni del bambino sono critiche anche perché il piccolo, azzannato al collo, è stato colpito da ischemia celebrale. Il padre del bambino, un autotrasportatore di 33 anni, è stato denunciato con l’accusa di omessa custodia. (ANSA).

Troppi omicidi dopo separazioni

Ogni 10 giorni in Italia un marito/compagno attua crimini

(ANSA) – ROMA, 8 AGO – La scia di sangue legata alle separazioni ha avuto negli ultimi due mesi una recrudescenza di violenza, e i matrimonialisti lanciano l’sos.Al di la’ della ‘conta dei morti’, l’Associazione Avvocati Matrimonialisti ritiene che sia arrivato il momento di garantire, alle coppie che si separano,un sostegno psicologico necessario per elaborare il ‘lutto’ per la fine del matrimonio. Ogni 10 giorni in Italia un marito/compagno in via di separazione progetta il cosiddetto ‘suicidio allargato’.

 ( http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2010/08/08/visualizza_new.html_1879709517.html )

 

 

 contenta lei.jpg

Cari figli,
 
oggi vi invito a cominciare
insieme a me
nei vostri cuori a costruire il Regno dei Cieli,
a dimenticare
ciò che è personale e, guidati dall’esempio di mio Figlio,
a pensare a ciò che è di Dio.
Che cosa Lui desidera da voi?
Non permettete a satana
di aprirvi
le strade
della felicità terrena,
strade
in cui non c’è mio Figlio.
Figli miei, sono
false
e durano poco.
Mio Figlio esiste.

Io vi offro

la felicità eterna e la

pace,

l’unità con mio Figlio,

con Dio,

vi offro il Regno di Dio.

                                           Vi ringrazio.

bivio.jpg