Esce sull’ultimo numero di Human Reproduction uno studio dal significativo titolo: “Conseguenze ostetriche della fecondazione in vitro dopo trasferimento di un solo embrione o di due embrioni”. Lo studio è stato fatto da un’equipe svedese che ha studiato oltre 13.000 bambini nati da fecondazione in vitro.

Le conclusioni sono preoccupanti: «I bambini nati da FIV hanno conseguenze ostetriche peggiori rispetto alla popolazione generale. I nati singoli, indipendentemente se nati dopo trasferimento di un solo embrione o di due embrioni, hanno anch’essi conseguenze ostetriche peggiori, con tassi maggiori di prematurità e di basso peso alla nascita». Questo articolo non è il primo a trarre queste conclusioni: il Lancet di recente ha fatto un’analisi della letteratura scientifica e ha notato dati simili, con in più dati riguardanti le malformazioni e alcune malattie genetiche rare.

Quello che è importante sottolineare è che la fecondazione in vitro comporta dei rischi  per il bambino, perché nascere sottopeso o prematuro non è indifferente per la salute successiva; certo, non è automatico – fortunatamente – che chi ha queste condizioni abbia poi problemi, ma il rischio è maggiore rispetto a chi nasce a 40 settimane di gravidanza e con un peso adeguato. Questo dovrebbe essere fatto conoscere, perché le coppie che hanno problemi di sterilità prendano delle decisioni consapevoli. E soprattutto bisognerebbe far capire che evidentemente non è solo il fatto di nascere “gemelli” che genera rischi. Certo, in tutto il mondo da FIV nascono più gemelli che nella popolazione normale. In Italia si dà la colpa alla “cattiva” legge 40, che in realtà non impone a nessuno di impiantare 3 embrioni, ma anzi mette dei limiti per non arrivare ad eccessi. Certamente nella FIV la raccomandazione generale è di non generare gemellarità, ma evidentemente il problema, eliminata la gemellarità, sussiste: nascono prematuri e sottopeso in misura maggiore anche se si impianta un solo embrione.

La riflessione etica allora si impone: è un rischio che si può correre, considerato che, prima che i genitori, il rischio lo corre il bimbo stesso? Per molti evidentemente la risposta è positiva. Ma resta da capire perché sui mass media la fecondazione in vitro venga banalizzata, i rischi quasi sottaciuti o perlomeno espressi con molta meno enfasi rispetto alle lodi, tanto da dare l’impressione di poter rimandare la gravidanza a data indefinita, senza soppesare i rischi genetici che aumentano con l’età, e anche l’efficacia della FIV stessa che con l’età invece diminuisce.

bivio.jpg

 

Ci piacerebbe che a tanto sforzo per diffondere e magnificare la fecondazione in vitro corrispondesse altrettanto impegno per sconfiggere davvero la sterilità, mettendo in atto quelle norme di salute pubblica, di rispetto della lavoratrice e del lavoratore che la prevengono, e soprattutto spiegando chiaramente che esiste un’età fisiologica per far figli che non è data da una rivelazione soprannaturale ma dalla fisiologia delle ovaie, e che lo stato deve aiutare a rispettarla, e la pubblicità e i media non devono irriderla. Pena la sofferenza di migliaia di persone.

Ovviamente l’autore di queste righe

non sono io:

ho letto questo articolo su “La Bussola Quotidiana” ( www.labussolaquotidiana.it )

a firma di CARLO  B E L L I E N I

OTTIMO.
Questa libertina-radicale
non ha mai avuto NIENTE a che fare
con la nostra cultura.
E del resto, pare fosse l’amante di fini.
…Come direbbe peppino….”…e ho detto tutto!”

Coraggio, fuori gli altri sporcaccioni dal pdl, forza, via, RAUS!

Stefania Prestigiacomoil e Berlusconi.jpg

E cmq, chiamala scema: resta al governo
-la poltrona non la mòlla-
resta in parlamento
-trenta milioni al mese-
ma se ne va al gruppo misto per osteggiare Berlusconi.

E come lei
la nipote del duce
-un grande sporcaccione, come è noto-
ed altre …vaiasse.
(ma anche sporcaccioni maschi)

Tipo questo qui:
http://cosimino.myblog.it/archive/2010/04/06/idee-confuse-o-peggio-sbagliate.html

 

medu.jpg

Sul blog “Cristo Salvatore”
http://cristosalvatore.myblog.it/
è apparso un bel commento
-inatteso e quindi ancor più gradito-
scritto da una persona
(con tanto di nome e persino indirizzo)
che narra una bella esperienza di Grazia
vissuta a MEDJUGORJE
(questo il link esatto del commento:
http://cristosalvatore.myblog.it/archive/
2010/04/13/
commissione-ruini-su-medjugorje
-i-membri.html
 ).

E’ molto bello ed anche commovente.Vi consiglio di leggerlo.
Qui mi permetto di riportare la parte iniziale
di tale commento:

A Sua Eccellenza Cardinale Ruini,
 

Eccellenza,
 

scrivo a Lei perché mi sembra più che giusto verso la Madonna e verso il principio di verità ed onestà per
 

quanto vissuto il mese di agosto 2010 a Mediugorje.
 

     Ci andai con un gruppo di Lugano e in quel giorno benedetto
 

mi trovavo con una compagna di gruppo ai piedi della
 

montagna vicino al castello di proprietà di un ricco americano
 

convertito.
Questa mia compagna mi dice:-Fiorangela tu devi
perdonare-
io le rispondo:
-non ho problemi, io ho perdonato tutti-. Lei mi invita ad

inginocchiarmi, a guardare la croce bianca, ed inizia a
recitare il Padre nostro.
Dopo pochi secondi mi sento un enorme calore in tutto il corpo
e le lacrime scendono e mi viene alla mente una persona

(VI INVITO A PROSEGUIRE LA LETTURA DELLA SORPRENDENTE TESTIMONIANZA SUL BLOG CHE HO INDICATO ED ATTENDO I VOSTRI COMMENTI!)IL COMPLEANNO DELLA MADONNA

TI ADORO O CROCE SANTA

Ti adoro, o Croce Santa, che fosti ornata del Cor­po Sacratissimo del mio Signore, coperta e tinta del suo Preziosissimo Sangue. Ti adoro, mio Dio, posto in croce per me. Ti adoro, o Croce Santa, per amore di Colui che è il mio Signore

c r o c e                                              

Cari figli,

oggi qui con voi prego affinché troviate la forza di

aprire i vostri cuori e di conoscere così l’enorme amore del Dio sofferente.

Per questo Suo amore, bontà e mitezza io sono con voi.

Vi invito affinché questo tempo particolare di preparazione sia tempo di preghiera, penitenza e conversione.

Figli miei, avete bisogno di Dio.

Non potete andare avanti senza mio Figlio.

Quando comprenderete e accetterete questo, si realizzerà ciò che vi è promesso.

Per mezzo dello Spirito Santo nascerà nei vostri cuori il Regno dei Cieli.

Io vi conduco a questo.

Vi ringrazio». c r o c e