PADRE LIVIO - RITRATTO BNNon è certamente in cima ai pensieri degli italiani quello che pensa Roberto De Mattei (scrittore di area fortemente tradizionalista e con mai smentite simpatie lefreviane) del suo defenestramento da Radio Maria. Neppure, ritengo, interessi ai miei lettori il perchè di tale allontanamento (che fa il paio, mi pare, con quello da parte di Alleanza Cattolica). E però pubblico ugualmente la sua piccata replica a Padre Livio Fanzaga. Non meravigliatevi del tono con il quale si rivolge ad un Presbitero: egli “da del tu” pure al Papa! Buona lettura (cdm)

 

Caro padre Livio,

Con una e-mail del 13 febbraio Lei mi comunica di aver deciso di sospendere la trasmissione “Radici Cristiane” a Radio Maria perché si starebbe “sempre più accentuando” la mia “posizione critica nei confronti del Pontificato di Papa Francesco” . “La sua posizione – mi scrive – è incompatibile con la presenza a Radio Maria la quale prevede, nei suoi Principi guida, l’adesione non solo al Magistero della Chiesa, ma anche il sostegno all’azione pastorale del Sommo Pontefice“.

Innanzitutto la ringrazio per l’invito che Lei mi fece, quattro anni fa, a condurre la trasmissione “Radici Cristiane” a Radio Maria. Da allora allo scorso 15 gennaio, ogni terzo mercoledì del mese, ho cercato di svolgere al meglio il compito che mi aveva affidato, sviluppando temi di carattere storico, apologetico, spirituale e morale in difesa della Chiesa e della Civiltà cristiana. La ringrazio anche per avermi pubblicamente difeso quando a causa di alcune trasmissioni fui violentemente attaccato dalla stampa laicista. Tutta la mia attività e il mio apostolato è stato e rimane al servizio della Chiesa e del Romano Pontefice, al quale ho dedicato il mio ultimo volume Vicario di Cristo. Il Papato tra normalità e eccezione. La devozione al Papato costituisce una parte essenziale della mia vita spirituale.

La dottrina cattolica ci insegna però che il Papa è infallibile solo a determinate condizioni e che può commettere errori, nel campo ad esempio, della politica ecclesiastica, delle scelte strategiche, dell’azione pastorale e perfino del magistero ordinario. In questo caso non è un peccato, ma un dovere di coscienza per un cattolico rimarcarlo, purché lo faccia con tutto il rispetto e l’amore che si deve al Sommo Pontefice. Così fecero i santi, che devono essere il nostro modello di vita.

La Chiesa lascia questa libertà di critica ai suoi figli e non pecca chi, con la dovuta riverenza, sottolinea le mancanze delle gerarchie ecclesiastiche. Pecca invece chi tace, per viltà o conformismo. Il dramma della Chiesa di oggi sta proprio nella paura dei sacerdoti e dei vescovi, che costituiscono la pars electa della Chiesa, di denunciare la terribile crisi in atto, di risalire alle cause, di proporre rimedi.

Ho riletto l’articolo che costituisce la ragione del mio allontanamento e non mi sembra che ci sia nulla di irriguardoso nei confronti del regnante Pontefice, ma solo alcune considerazioni di carattere storico più che teologico, mosse da puro amore della Verità. Non ho inoltre esposto le mie preoccupazioni sulla attuale situazione della Chiesa nella mia trasmissione mensile di Radio Maria, ma su un’agenzia di informazioni da me diretta.

Caro padre Livio, rientra nella sua piena libertà il congedarmi dalla sua emittente, ma sarebbe stato meglio che Lo avesse fatto senza motivazioni, piuttosto che addurre ragioni così deboli e, se mi permette, infondate. Lei non esce bene da questa vicenda e sinceramente me ne dispiace. Il moto degli eventi si fa sempre più veloce e prima o poi il vortice coinvolgerà anche Lei e Radio Maria, costringendola ad assumere, in un senso o nell’altro, posizioni che Lei si illude possano essere schivate. Vengono momenti però in cui bisogna schierarsi. Per quanto mi riguarda continuerò ad esercitare la mia libertà di cristiano per difendere la fede che ho ricevuto con il mio battesimo e che costituisce il mio bene più caro. Che lo Spirito Santo mi aiuti a non cedere mai ad alcuna pressione o lusinga, a non cessare mai di dire la verità e a dirla tanto più forte quanto più grande è il silenzio di chi dovrebbe esserne voce.

Con devoto ossequio

Roberto de Mattei

PADRE LIVIO STATUA.pngLa incredibile vicenda accaduta lunedì sera 23 settembre presso la vecchia abitazione di Vicka Ivankovic ha fatto il giro del mondo: si è detto (e si è scritto) che all’interno della casa si sarebbe prodigiosamente illuminata una statua della Madonna. Questo il parere di padre Livio Fanzaga, direttore di Radio Maria:  è uno dei massimi conoscitori al mondo degli eventi di Medjugorje. Ascoltiamo quanto egli stesso ha voluto comunicare:

 

Cari amici,
alcuni di voi mi hanno chiesto un parere sulla statua della Madonna di Lourdes, situata nella casa natale di Vicka (ora non più abitata, ma aperta ai visitatori), che al buio emana una luce verdastra dal manto e dalla veste bianca, ma non dal volto e dalla mani (color rosato), dalla fascia blu, dalla corona del rosario e dalla corona sopra il capo ( color giallo).


Non appena ho visto questa figura in internet mi è sembrato qualcosa di banale, senza capo e senza coda. Un artefatto umano e non un segno dal cielo. Che cosa può significare il chiarore notturno di una statua in un posto dove la Regina del Cielo scende viva ogni giorno in mezzo a noi?

Non ci sono forse abbastanza segni del soprannaturale a Medjugorje? Non ci basta il segno della preghiera, delle conversioni, dei sublimi messaggi, del volto dei veggenti in estasi? Tutti segni che portano ad aprire il cuore a Dio.
Ho sentito subito squillare l’allarme dentro di me. Che cosa provocano queste cose se non la curiosità umana e lo sviamento dei fedeli da quell’essenziale che la Madonna ci indica?
Questo fenomeno ha la sua logica spiegazione umana e Dio non voglia che sia un inganno studiato da menti perverse per burlarsi delle apparizioni e dei fedeli che accorrono.


Nei 28 anni che frequento Medjugorje, come fedele della Gospa, ma anche come attento osservatore, ho visto infiniti inganni del demonio in cui molti sono caduti. Hanno abbondato i profittatori e gli speculatori, che hanno cercato di far mercato sulla buona fede del popolo semplice. Stiamo lontani da tutto ciò. Attendiamo con gioia e costanza alla indilazionabile opera della nostra conversione.
Quella meravigliosa Donna che i veggenti contemplano con gli occhi della carne, noi tutti possiamo contemplarla con gli occhi del cuore.


Vostro Padre Livio

***

I MESSAGGI DI MEDJUGORJE

(in ordine cronologico)


noel.jpg



Cari amici,

vi auguro Buon Natale e un operoso  anno nuovo con la pace di Gesù nel cuore.

Viviamo momenti difficili per la Chiesa e per il mondo, ma la Madonna è con noi per incoraggiarci e guidarci.

Stiamo saldi nella fede, sereni nella speranza, attivi nella carità e non ci mancherà la benedizione divina.

La Regina della pace ci ha più volte ricordato che chi prega non ha paura del futuro.

Teniamo fisso lo sguardo alla meta, che è il Cielo, e vegliamo perchè il nostro cuore sia sempre abitato da Dio.

Prendiamo esempio dalla famiglia di Nazareth, forte e fiduciosa nelle prove della vita.

Vostro Padre Livio

PADRE LIVIO FANZAGA, IL COMPLEANNO DI PADRE LIVIO, OGGI E' IL COMPLEANNO DI PADRE LIVIO, RADIO MARIA, TANTI AUGURI A PADRE LIVIO,san giuseppe calasanzio, regina della pace, apparizioni mariane, croazia, beato giovanni paolo secondo, giovanni paolo magno, papa giovanni paolo, radio maria salvera il mondo, la donna e il drago, la firma di maria, il falsario, medjugorie: il centro spirituale del mondoOggi, il Sacerdote bergamasco Padre Livio Fanzaga -appartenente alla Congregazione degli Scolopi fondati dallo spagnolo San Giuseppe Calasanzio- compie 71 anni. E’ infatti nato l’undici novembre del 1940 a Dalmine, nei pressi del Brembo. Il nome di Padre Livio è indissolubilmente legato a Radio Maria, l’emittente radiofonica di cui è Direttore e brillante conduttore. A sua volta Radio Maria -oggi presente in oltre sessanta nazioni con trasmissioni in lingua originale- è uno dei “frutti” piu importanti delle apparizioni della Vergine Santa a Medjugorje, il villaggio croato dove la Madre di Dio ha voluto fosse il “centro spirituale del mondo” secondo la nota espressione del  Beato Giovanni Paolo Magno.

Padre Livio è autore di una trentina di pubblicazioni: in alcuni casi si tratta di veri e propri best seller: si pensi a “Il Falsario”, “La Donna e il drago”, “La Firma di Maria”. Padre Livio scrive in un modo godibilissimo e chiaro. E del resto chi lo segue per radio -e sono milioni gli ascoltatori quotidiani di Radio Maria- ben conosce la sua determinazione e la sua incisività unite ad una straordinaria cultura -è laureato in Filosofia e Teologia oltre agli studi per accedere al Presbiterato- che però non fà minimamente pesare tale che ogni persana,  qualunque grado di scolarità abbia, non ha la minima difficoltà a seguire le sue trasmissioni.

Caratteristica ulteriore di Padre Livio Fanzaga è la sua assoluta fedeltà al Magistero della Chiesa: e tale ortodossia “pretende” da tutti i conduttori di Radio Maria. Del resto in tempi di assoluto sbandamento dottrinale, con Testate cattoliche che divergono da quello che è l’Insegnamento del Papa, Radio Maria è diventata sempre più un “faro” per milioni di cattolici (spesso vittime di “violenze” ideologiche perpetrate anche da ecclesiastici che deformano il Vangelo e sfigurano la Persona di Gesù Cristo Figlio di Dio).

Tanti auguri, gentile Padre Livio: sò di interpretare il sentimento di tanti. E per questo le dico “ad multos annos!” e ribadisco quel che disse mia madre allorquando “scoprì” Radio Maria -attorno al 1987-1988, quindi quasi agli albòri quando si erano diradate le nebbie ed allontanate le insidie- quasi per caso (stava girando la manopolo alla ricerca di una emittente locale). Ebbene disse “Radio Maria salverà il mondo”. Quando avremo superato il tempo dei dieci segreti e saremo giunti nella “Civiltà dell’amore” allora si comprenderà la portata di una espressione che può apparire esagerata.

 

cosimo de matteis

Medjugorje – Messaggio del 2 Novembre 2011Messaggio del 2 Novembre e COMMENTO DI PADRE LIVIO, medjugorje dieci segreti, MEDJUGORJE, PADRE LIVIO FANZAGA, PADRI SCOLOPI, RADIO MARIA

“Cari figli,
il Padre non vi ha lasciato a voi stessi. Il suo amore è immenso, l’amore che mi conduce a voi per aiutarvi a conoscerlo, affinché tutti, per mezzo di mio Figlio, possiate chiamarlo “Padre” con tutto il cuore e affinché possiate essere un popolo nella famiglia di Dio. Ma, figli miei, non dimenticate che non siete in questo mondo solo per voi stessi e che io non vi chiamo qui solo per voi.
Coloro che seguono mio Figlio pensano al fratello in Cristo come a loro stessi e non conoscono l’egoismo. Perciò io desidero che voi siate la luce di mio Figlio, che voi illuminiate la via a tutti coloro che non hanno conosciuto il Padre – a tutti coloro che vagano nella tenebra del peccato, della disperazione, del dolore e della solitudine – e che mostriate loro con la vostra vita l’amore di Dio.
Io sono con voi! Se aprite i vostri cuori vi guiderò. Vi invito di nuovo: pregate per i vostri pastori!

Vi ringrazio”.

 

Cari amici,

prendiamo sul serio l’accorato appello della Regina della pace di pensare ai nostri fratelli in Cristo e a non chiuderci nel nostro egoismo.

Questi nostri fratelli, che non conscono l’amore del Padre, “vagano nella tenebra del peccato, della disperazione, del dolore e della solitudine”.

Si trovano in una condizione esistenziale di infelicità e di morte, perchè tale è la vita senza il sole di Dio.

La Madonna ci invita ad essere  per loro la luce che illumina la via e a mostrare con la nostra vita l’amore di Dio.

“Coloro che seguono mio Figlio pensano al fratello”. La Madonna ci assicura che il Padre non ci abbandona e che Lei è con noi per guidarci, se le apriremo il nostro cuore.

Vostro Padre Livio

PS. E’ a disposizione il 4° DVD con due dischetti della Catechesi giovanile del nuovo anno pastorale:” Gesù ci insegna a vivere”,
vedi catalogo: www.radiomaria.it

Per collegarti al sito Facebook di Radio Maria:
www.facebook.com/radiomaria

 

Cari Amici,
vorrei  ricordare
-ANCHE SE MOLTI DI VOI LO SANNO BENE-
che Radio Maria ha un suo sito internet.

Personalmente l’uso principale che ne faccio
è il RI-ASCOLTO del “commento alla stampa del giorno”
(ossia la lettura dei giornali che ogni giorno Padre Livio fà alle 8.45)
quando me lo sono perso o quando voglio semplicemente riascoltarlo
(e “scaricarlo”, ossia registrare il file audio).

Naturalmente vi sono anche altri file
(sia nella sezione “Archivio” che in Home Page)
molto interessanti.

Ricordo, inoltre, che dal sito è possibile ascoltare direttamente la radio.
E , ovviamente, vi è l’elenco completo dei programmi.
E mille cose ancora.

L’indirizzo del sito?
Eccolo quà:

http://www.radiomaria.it/

UN “CLIC” e siete “dentro” Radio Maria.

Un saluto a tutti voi.

Una voce familiare(credo). Cliccate e…
 http://cosimino.myblog.it/media/02/01/54255963.MP3

INDICAZIONI PER ASCOLTARE:
se cliccando il tasto verde(col triangolino)
l’audio non parte(oppure parte E POI SI INTERROMPE)
vi consiglio di cliccare-più volte- sul logo nero “PODCAST”:
dovrebbe attivarsi la funzione “windows media player”
con la quale ascoltare tranquillamente
il file audio.
Eventualmente CONTATTATEMI PURE: dematteiscosimo@hotmail.it