D'ATTIS

Sono ormai troppe le inchieste giudiziarie che riguardano, a vario titolo, questa Amministrazione e, senza fare gli sciacalli e pur mantenendo la presunzione della innocenza per tutti, si ha la sensazione di essere al capolinea. Prima che siano altri organi ad intervenire decisamente, occorre una presa di posizione: Consales approfitti della seduta del Consiglio comunale per chiarire se intende proseguire e come. Lo deve alle forze politiche ma soprattutto alla città”.

È la dichiarazione del capogruppo del PdL di Brindisi Mauro D’Attis che commenta così la notizia relativa all’apertura di una indagine nei confronti di un assessore della Giunta Consales.

 

Da Roberto Quarta, coordinatore cittadino del partito “Fratelli d’Italia”, riceviamo e pubblichiamo:QUARTA

 

Ho appreso dalla pagine di cronaca locale il vile, intimidatorio atto compiuto nei confronti di Antonio Elefante, consigliere comunale e, da qualche giorno ex segretario cittadino del PD.
Da cittadino prima e da rappresentante cittadino di Fratelli d’Italia poi, sento di dovere esprimere pubblicamente la mia solidarietà e vicinanza umana nei confronti dell’amico Antonio a cui, indipendentemente dalle rispettive posizioni
politiche, riconosco onesta, correttezza e quella passione per la Politica che non merita simili bassezze.
Non oso immaginare che il fatto accaduto sia collegato alla
sua forte presa di posizione, certo, però, sono preoccupato per la vicinanza temporale delle circostanze e spero che gli inquirenti facciano subito chiarezza in questa triste vicenda. Purtroppo viviamo in una città in cui, ancora, si è costretti a subire ritorsioni per la propria attività politica ma sono convinto che con un impegno bi-partizan le nuove generazioni impegnate in Politica sapranno cambiare le cose.

Roberto Quarta
Coordinatore Cittadino
“Fratelli d’Italia” Brindisi

Romualdo ParisiDa Romualdo Parisi (Responsabile Comunicazione di Fratelli d’ Italia Brindisi) riceviamo e pubblichiamo:

Il circolo “Idee a destra” di Fratelli d’Italia in terra di Brindisi presenta il Corso di Formazione politico-amministrativa che partirà il 29 ottobre 2013  con cadenza settimanale e si concluderà il 10 dicembre 2013. Per informazioni contattare Livia Antonucci, Roberto Maruccia e Manuela Caloro su facebook, oppure telefonare al n. 3292375721 o al n. 3314283542.

brindisi, politica, sciaia, ex picnic, estoril, litorale di brindisi, consiglio comunale, mennitti, d'attis, "Abbiamo depositato in queste ore una proposta di ordine del giorno al Consiglio comunale con cui proponiamo di dare mandato al Sindaco di elaborare e formalizzare la sottoscrizione di un protocollo di intesa tra Comune, Autorità portuale e Agenzia del Demanio a fronte del quale verificare i possibili utilizzi, e quindi i relativi recuperi, delle sole strutture presenti nell'area ex-Pic-Nic e dintorni, per togliere dalla vista di tutti i cittadini l'attuale obbrobrio, anche ai fini di salvaguardare la sicurezza, prevedendone la completa demolizione".     Interviene così Cosimo Elmo, vicecapogruppo del PdL, primo firmatario della proposta di ordine del giorno assieme ai colleghi dei gruppi PdL, FLI, BAV, Ppdt, Movimento Regione Salento.     "Con questo provvedimento - conclude Elmo - intendiamo raccomandare la connessione di tutti i provvedimenti già adottati con il redigendo Piano Urbanistico Generale. Nello specifico riteniamo doveroso anche dire, per rispetto dei cittadini, che esistono questioni gravi legate alla dividente demaniale che dovrebbe essere spostata verso terra poiché per lunghi tratti la detta linea risulta essere praticamente in mare. E su questo argomento, sollecitandone la soluzione, rileviamo che non solo l'Amministrazione comunale è in ritardo ma anche altri uffici periferici dello Stato".     COMUNICATO STAMPA COSIMO ELMO - vicecapogruppo PDL Brindisi,Comune, Autorità portuale e Agenzia del Demanio,  lunedì 30 settembreTutti i brindisini conoscono la zona Sciaia, ossia la parte iniziale del litorale a nord della città. Un luogo che è molto bello dal punto di vista naturale (ed anche paesaggistico-turistico quindi) ma che da decenni, oramai, versa in condizioni che possono essere definite di degrado e di abbandono. Sia la ex “babylandia” che la ex spiagga della Marina sono inutilizzabili ed in stato, appunto di abbandono e comunque non fruibili. E’ noto pure lo stato di abbandono dei ruderi di quelle che furono, un tempo, strutture ben note e frequentate (ci riferiamo all’Estoril, al Pic Nic e alla “Lampara” o ciò che di essi rimane).

Ebbene salvo lodevoli articoli di denuncia, apparsi qua e la e pubblicata da alcune Testate, la situazione permane immutata. Per quello salutiamo con piacere una iniziativa recente:”Abbiamo depositato in queste ore una proposta di ordine del giorno al Consiglio comunale con cui proponiamo di dare mandato al Sindaco di elaborare e formalizzare la sottoscrizione di un protocollo di intesa tra Comune, Autorità portuale e Agenzia del Demanio a fronte del quale verificare i possibili utilizzi, e quindi i relativi recuperi, delle sole strutture presenti nell’area ex-Pic-Nic e dintorni, per togliere dalla vista di tutti i cittadini l’attuale obbrobrio, anche ai fini di salvaguardare la sicurezza, prevedendone la completa demolizione”.Interviene così Cosimo Elmo, vicecapogruppo del PdL, primo firmatario della proposta di ordine del giorno assieme ai colleghi dei gruppi PdL, FLI, BAV, Ppdt, Movimento Regione Salento.

brindisi, politica, sciaia, ex picnic, estoril, litorale di brindisi, consiglio comunale, mennitti, d'attis, "Abbiamo depositato in queste ore una proposta di ordine del giorno al Consiglio comunale con cui proponiamo di dare mandato al Sindaco di elaborare e formalizzare la sottoscrizione di un protocollo di intesa tra Comune, Autorità portuale e Agenzia del Demanio a fronte del quale verificare i possibili utilizzi, e quindi i relativi recuperi, delle sole strutture presenti nell'area ex-Pic-Nic e dintorni, per togliere dalla vista di tutti i cittadini l'attuale obbrobrio, anche ai fini di salvaguardare la sicurezza, prevedendone la completa demolizione".     Interviene così Cosimo Elmo, vicecapogruppo del PdL, primo firmatario della proposta di ordine del giorno assieme ai colleghi dei gruppi PdL, FLI, BAV, Ppdt, Movimento Regione Salento.     "Con questo provvedimento - conclude Elmo - intendiamo raccomandare la connessione di tutti i provvedimenti già adottati con il redigendo Piano Urbanistico Generale. Nello specifico riteniamo doveroso anche dire, per rispetto dei cittadini, che esistono questioni gravi legate alla dividente demaniale che dovrebbe essere spostata verso terra poiché per lunghi tratti la detta linea risulta essere praticamente in mare. E su questo argomento, sollecitandone la soluzione, rileviamo che non solo l'Amministrazione comunale è in ritardo ma anche altri uffici periferici dello Stato".     COMUNICATO STAMPA COSIMO ELMO - vicecapogruppo PDL Brindisi,Comune, Autorità portuale e Agenzia del Demanio,  lunedì 30 settembre

Per onestà dobbiamo ricordare che già l’Amministrazione Mennitti aveva pensato a tale situazione. E durante l’ultima campagna elettorale era anche apparso un progetto di recupero proprio di quest’area della costa brindisina cui tutti i cittadini sono molto legati. E’ auspicabile, dunque, che venga ripreso in mano quel progetto magari con la collaborazione di maggioranza ed opposizione.Con questo provvedimento – conclude Elmo – intendiamo raccomandare la connessione di tutti i provvedimenti già adottati con il redigendo Piano Urbanistico Generale. Nello specifico riteniamo doveroso anche dire, per rispetto dei cittadini, che esistono questioni gravi legate alla dividente demaniale che dovrebbe essere spostata verso terra poiché per lunghi tratti la detta linea risulta essere praticamente in mare. E su questo argomento, sollecitandone la soluzione, rileviamo che non solo l’Amministrazione comunale è in ritardo ma anche altri uffici periferici dello Stato”.

Nel ribadire il plauso a tale iniziativa si esprime la viva speranza che trovi una concreta attuazione con l’azione decisa e determinata di ogni consigliere comunale.

cosimo de matteis

 

BONIFICHE, D’ATTIS (PDL): ORMAI NON POSSIAMO PIÙ ATTENDERE,

PROPONGO A CONSALES DI AVVIARE UNA AZIONE GIUDIZIARIA NEI CONFRONTI DEL GOVERNO

PER I FONDI DISTRATTI DA BRINDISI.

D'ATTIS "AZIONE GIUDIZIARIA NEI CONFRONTI DEL GOVERNO PER I FONDI DISTRATTI DA BRINDISI"


“Il problema delle bonifiche riguarda trasversalmente più Amministrazioni e tutte le parti politiche. È ormai acclarato che l’accordo di programma non sta portando i benefìci attesi soprattutto perché lo Stato ha sottratto a Brindisi i fondi che le aziende private hanno già versato. Non c’è più tempo da perdere e l’unica soluzione per farci ascoltare davvero è quella di attivare una pesante azione giudiziaria amministrativa nei confronti dello Stato stesso e in particolare del Ministero dell’Ambiente”.
Interviene così Mauro D’Attis, capogruppo del PdL al Comune di Brindisi.
“Spero che alla proposta arrivino risposte convinte da parte dell’Amministrazione senza analisi dietrologiche per le quali credo le responsabilità istituzionali sia difficile individuare singolarmente. Abbiamo oggi l’occasione di aprire una vertenza Brindisi con uno strumento idoneo e costringere il Governo a sedere al ‘tavolo-Brindisi’ in linea con quanto in questi giorni stiamo dibattendo a proposito di industria, salute ed ambiente”.

Santoro (PDL): Consales stia tranquillo, D’Attis ha la fiducia di tutto il partito.

Da lui usati toni inqualificabili. Aspettiamo di sentire e di capire quale futuro immagina per Brindisi sul piano dello sviluppo.

Sindaco Consales, brindisi, politica, pdl, pietro santoro segretario cittadino pdl.capogruppo del PDL D’Attis ,Mimmo Mennitti,


Le  dichiarazioni del Sindaco Consales rese con i soliti toni di chi mal sopporta ogni sia pur legittima osservazione sul suo operato, mi impongono di intervenire per riportare il dibattito sul piano della politica, ammesso che il Sindaco sia in grado di coglierne l’occasione.
Sino ad oggi abbiamo letto soltanto farneticanti dichiarazioni sull’operato (quale?) di questa amministrazione. Abbiamo letto di tante inaugurazioni di opere indubbiamente valide e complesse che necessariamente hanno avuto bisogno di lunghi momenti di programmazione e di realizzazione, che non possono condensarsi nell’ultimo anno.
Al capogruppo del PDL D’Attis che faceva osservare tale situazione, il Sindaco ha risposto con un documento non qualificabile. Un Sindaco consapevole delle sue competenze e della sua responsabilità avrebbe certamente risposto, con ben altri toni, su di un piano squisitamente politico.
Il susseguirsi delle legislature fa si che ci siano Sindaci che programmano e Sindaci che inaugurano.

Brindisi non fa eccezione, nella misura in cui chi governa ha una visione di città, programmando e pianificando le opere di largo respiro per il futuro di Brindisi. È accaduto per Mimmo Mennitti, accade oggi per Consales, in virtù del principio della continuità amministrativa.

La domanda che va posta oggi al Sindaco Consales è, qual è la sua visione di Brindisi, cosa lascerà da inaugurare al prossimo Sindaco.


Consales amministra Brindisi da oltre un anno, la luna di miele con i cittadini (e con la sua maggioranza politica) sembra essere finita. Non basta più prendersi i meriti nelle cerimonie inaugurali e addossare agli anni del centrodestra tutte le responsabilità per i malfunzionamenti, i disagi, i ritardi, etc. è un gioco che non funziona più e i toni sempre più nervosi del Sindaco ne sono la riprova.
Piuttosto Il Sindaco ci dica qual è la sua visione di città. Aspettiamo di sentire e di capire quale futuro immagina per Brindisi sul piano dello sviluppo.


Per quanto riguarda poi le valutazioni circa gli equilibri interni del PDL cittadino, il Sindaco farebbe bene a guardare in casa propria, dove le delusioni e le conseguenti fibrillazioni sono note. Capisco che egli voglia coprire le proprie difficoltà inventando situazioni inesistenti come quella del PDL. Consales stia tranquillo, Mauro D’Attis ha la fiducia e il sostegno di tutto  il partito che non è stato e non è impegnato in alcuna attività di emarginazione di chicchessia ed è pronto ad affrontare i futuri impegni per la città.
Su un punto sono d’accordo con Consales: purtroppo non ci sono appuntamenti elettorali imminenti, perché la città dimostrerebbe a lui ed alla sua maggioranza di aver capito l’errore fatto con il voto dello scorso anno.
Il PDL è pronto a qualunque appuntamento elettorale, Sindaco Consales lei lo è?

Pietro Santoro – Segretario cittadino PDL Brindisi

 

sindaco consales,brindisi,politica,pdl,pietro santoro segretario cittadino pdl.capogruppo del pdl d’att,mimmo mennitti